Pašne planine

 I pascoli alpini e le malghe delle imponenti montagne che sovrastano la Valle dell’Isonzo fanno parte di un patrimonio economico, sociale e culturale estremamente importante. Alcune malghe sono antiche quanto gli insediamenti in fondo alle valli. Da documenti aquileiani risulta che i pascoli alpini e le malghe sulle pendici del Krn erano menzionati già nel secolo XII. I pastori e i caseari si sono tramandati di generazione in generazione le esperienze degli antenati e delle vecchie leggi che regolavano l’economia e la vita sociale. Il patrimonio architettonico, rappresentato dagli insediamenti dei pastori e dalle loro stalle, assume un grande valore etnologico. Purtroppo un danno irreparabile a tale patrimonio è stato causato dalla Grande guerra e successivamente dai terremoti. Alcune delle malghe in cui si svolge ancor oggi l’alpeggio possono essere visitate con l’aiuto di una guida locale.
Fonte: Mojca Rutar